domenica 16 giugno 2024
orario: 05:24:58
e-maildirettore@scuolaedilepiacenza.it
phone-slash+39.0523.606159
phone-slash+39.0523.606159
Site Logo
Menù opener
www.formedil.it
www.formedilemiliaromagna.it
  • Language it
  • Language en
  • » News
  • » PREVENIRE IL RISCHIO DI CADUTE DALL’ALTO

PREVENIRE IL RISCHIO DI CADUTE DALL’ALTO

PIANO MIRATO DI PREVENZIONE IN EDILIZIA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

 

Liste di autovalutazione | Istruzioni per la compilazione

 

Il Piano Mirato di Prevenzione in Edilizia, sviluppato nell'ambito del Programma Predefinito 7 (PP7) del Piano della Prevenzione della Regione Emilia-Romagna, ha come obiettivo la prevenzione degli infortuni correlati a caduta dall’alto e prevede la diffusione di Buone Pratiche e la compilazione di liste di autovalutazione da parte delle imprese partecipanti.

Il progetto è rivolto esclusivamente alle imprese e lavoratori autonomi che hanno sede nella Regione Emilia-Romagna (o almeno una unità locale, come da visura camerale) e ai cantieri presenti sul territorio regionale.


Questo Piano è realizzato in collaborazione con le Scuole Edili territoriali, in qualità di enti bilaterali che riuniscono le rappresentanze datoriali e sindacali, Formedil Emilia-Romagna, ed è stato presentato per il loro coinvolgimento agli Ordini Tecnici Professionali di tutte le province. I materiali sono stati predisposti dal Gruppo Regionale Edilizia, composto da operatori delle UO Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro delle AUSL. La piattaforma per la raccolta dei dati è stata predisposta dalla Scuola Edile della Romagna e dall’Università degli Studi di Ferrara.


ATTENZIONE!

Per partecipare al progetto occorre avere compilato la SCHEDA DI ADESIONE (distribuita e raccolta dalla Scuola Edile territoriale), disponibile in due versioni:

  • Adesione Professionista (per Consulente, Coordinatore alla Sicurezza, RSPP, RLST, Direttore dei Lavori che compila la scheda in quanto collabora con imprese o lavoratori autonomi che intendono partecipare al progetto)
  • Adesione Impresa o Lavoratore Autonomo (per l'impresa o il lavoratore autonomo che forniscono i dati e partecipano al progetto)

 

La Scheda di Adesione, compilata e sottoscritta, va inviata alla Scuola Edile territoriale della propria Provincia, che raccoglie i moduli e poi invia agli aderenti i link per completare le Liste di Autovalutazione in modalità digitale e i successivi inviti ai seminari e alle attività didattiche previste dal Piano nel 2024 e 2025.

 

Aspetti logistici
Una volta compilata, l'indirizzo di spedizione di questa Lista è quello della Scuola Edile, con oggetto: Liste buone pratiche PP7 edilizia.

 

Si ricorda che è possibile richiedere il link alla versione digitalizzata di questa Scheda, totalmente compilabile online (anche da smartphone o tablet) chiedendolo sempre alla Scuola Edile.

 

 

 

Uso delle Liste di Autovalutazione

Le Liste di Autovalutazione sono modulate rispetto al ruolo delle imprese e dei lavoratori autonomi nell’ambito dell’organizzazione del cantiere. Per gli aspetti tecnici legati all’uso del ponteggio è stata predisposta una sezione specifica.

Il presupposto per l’utilizzo delle Liste di Autovalutazione è che l’impresa/lavoratore autonomo riconosca il proprio ruolo all’interno dell’organizzazione del cantiere, in quanto è da quello che discendono i diversi compiti e obblighi normativi.

Lo scopo delle Liste è quello di accompagnare l’impresa alla autovalutazione del corretto adempimento degli obblighi previsti dalla norma e alla adozione delle Buone pratiche per la prevenzione del rischio di cadute dall’alto nei lavori in quota con l’uso dei ponteggi metallici.

Sono disponibili tre versioni, in relazione al ruolo del soggetto che le compila:

Impresa con Ruolo di Affidataria, Affidataria – Esecutrice

Impresa con solo il ruolo di Esecutrice

C Lavoratore Autonomo

 


Sezioni della Lista di Autovalutazione

Per maggiore chiarezza, gli argomenti della Lista di Autovalutazione sono stati suddivisi in 10 sezioni distinte:

01:  Inquadramento dell'impresa, ha lo scopo di caratterizzare l’impresa partecipante al Piano Mirato. Le informazioni che contiene, visibili dalle Scuole Edili, sono escluse dai dati che vengono effettivamente utilizzati per la realizzazione del PMP (quindi i questionari finali risulteranno anonimi, senza collegamento fra la lista di autovalutazione compilata ed il cantiere oggetto di autovalutazione).

02: Organigramma sicurezza: serve all’impresa e al lavoratore autonomo per identificare il proprio ruolo all’interno del cantiere.

03: Tipologia del cantiere: descrive gli aspetti organizzativi collegati alla sicurezza e salute in cantiere, utili all’impresa per autovalutarsi relativamente ai compiti collegati al ruolo ricoperto.

04: Ruolo nel cantiere: prevede domande diverse per imprese e lavoratori autonomi

05: Formazione degli addetti presenti nel cantiere che si sta autovalutando

06: Piani di Sicurezza: valuta le modalità di comunicazione e coordinamento fra gli operatori nel cantiere.

07: Idoneità tecnico professionale: valuta le modalità per dimostrare al committente la propria adeguatezza.

08: Valutazione del rischio caduta dall'alto durante l’uso, montaggio e smontaggio del ponteggio.

09: Utilizzo del dispositivo di protezione collettiva: valuta la gestione del ponteggio metallico.

10: Eventuale impiego di Dispositivi di Protezione Individuale anticaduta, nelle fasi transitorie di gestione del ponteggio.

 

La GUIDA COMPLETA alle Liste di autovalutazione con tante informazioni per capire il ruolo dell'impresa nel cantiere e anche le Buone Pratiche per prevenire le cadute dall'alto la puoi scaricare a questo link: https://regioneer.it/buone-pratiche-edilizia

 

Ente Scuola Edile Piacenza
P.Iva: 01256130335 - Cod. Fisc.: 80008070338 - PEC: scuolaedilepiacenza@legalmail.it
Via Caorsana n. 127 - 29122 Piacenza (Loc. Le Mose)
Tel. +39.0523.606159 - e-mail: direttore@scuolaedilepiacenza.it
Siamo aperti dal lunedi al venerdi
dalle 09.00 alle 13.00
e dalle 14.00 alle 18.00
powered by Infonet Srl Piacenza